Facebook Twitter Gplus E-mail RSS
Home La mia idea

 

il nuovo blog dedicato a tutti coloro che hanno una sola grande passione: il mondo delle quattroruote! (Beh, non sono così fiscale!) Una community alla mano, in cui si possa parlare di tutto, senza ingabbiamenti (salvo il rispetto dei Diritti Fondamentali dell’Uomo:-)). Qui potrete trovare tutte le ultime notizie, gli scoops, le anteprime sui futuri modelli che le Case proporranno sul mercato. E molto altro ancora…

Direte: “E dove sta la novità? Già tanti altri blogger fanno questo da tempo!!”. Sì è vero, però vorrei provare a realizzare qualcosa di diverso: una community “calda”; una sorta di famigliuola che, quando può, si riunisce e passa a trovare il suo “webrother”, fa due chiacchiere sull’ultimo modello appena uscito e finisce magari con lo scambiarsi interessanti curiosità che l’altro non sapeva.

Forse buttando giù due righe su di me, capirete meglio la “mission” che ho in testa.

Mikele. Classe ’88. Studente.

All’età di 6 anni ho iniziato ad avvicinarmi a questo fantastico mondo, prendendolo da una strana prospettiva: quella inferiore! Un po’ come un teppistello che alza le gonnelle alle ragazzine, mi “dilettavo” infatti nel guardare sotto alle scocche delle vetture per cercare di capire come funzionassero. Ero (e sono) davvero un curiosone: se una cosa mi piace, devo smontarla e studiarla da cima a fondo. Fu così che scoprii il pianale, le sospensioni, la marmitta, il motore… Con l’aiuto di mio padre e dei suoi preziosi disegni, capii come tutte queste parti fossero legate fra loro. Poi arrivarono i primi ragionamenti autonomi, che misero assieme le nozioni fino ad allora acquisite. Ed emerse la mia sotto-passione: vedere cosa avessero in comune a livello di componentistica e soluzioni tecniche due vetture in apparenza diversissime. La prima che ricordo fu il notare (con il citato “metodo Marilyn”) come la Panda e la Y10 avessero marmitta e ammortizzatori posteriori fatti allo stesso modo. E riuscendo a recuperare un Quattroruote dell’86, finalmente scoprii che le due auto erano realizzate sul medesimo scheletro.

Metodo Marilyn

Da allora, questo Amore (si, ormai lo chiamo così) non ha fatto altro che crescere, alimentato dalle continue “prove” condotte sui veicoli di famiglia, dai weekend trascorsi nei “porte aperte” delle concessionarie ad elemosinare cataloghi aggiornatissimi e a passare pomeriggi interi con la testa nei vari Quattroruote, AlVolante, Cambio e Gente Motori. Guardate se vi dico bugie: manco nella filiale Fiat di Torino c’è così tanta carta!

Poi un giorno ho iniziato a prendere in mano la matita e tracciare qualche linea su un foglio bianco. Cavoli che bello! Ero diventato anche designer!! (seee…magara!) Ricordo ancora il primo “book” sulla Y10 (giusto per non rimanere in tema!) in cui la descrivevo minuziosamente: mi ingegnai persino con carta e fermacampione nel riprodurre il funzionamento dei tergicristalli!

Il periodo delle medie fu la fase “Lego”: con tutti i mattoncini a disposizione costruii una “parodia” della Multipla, con tanto di studi di ergonomia, centinaia di crash-test ed ogni sorta di gadget (triangolo d’emergenza, portellone apribile, airbag, doppio-fondo nel baule, portaoggetti in plancia apribile, sospensioni funzionanti…). Purtroppo un insano gesto portò alla sua demolizione, con la promessa (mai portata a termine) di donarle una degna erede.

Col tempo arrivai a delineare le prime preferenze a livello di competitors: come ogni appassionato di calcio ha la sua squadra del cuore, pure il fanatico di auto ha pulsazioni indirizzate ad una Casa particolare. Nel mio caso sono rivolte a quelle italiane (leggi Gruppo Fiat), credo essenzialemente per un forte senso patriottico. Sono italiano e, in linea di massima, mi rivedo nella filosofia dei prodotti che facciamo. Questo non vuol dire che rinneghi tutto ciò che non è tricolore. Anzi!! Riconosco e apprezzo anche le altre filosofie. Potrà capitare che in alcuni articoli emergerà questo. Prometto che cercherò di essere il più obiettivo possibile. In ogni caso, rimproveratemi pure!!

Ma sto divagando troppo. Dico sempre che saran solo due parole e poi scrivo un papiro!…

Tagliando corto, oggi alle soglie dei 23 anni mi sono detto: perchè non provare a creare un blog da me? Perchè non mettere su una famigliuola? La “mia” famigliuola! Gente che adora le auto in ogni loro sfaccettatura, appassionata di car-design, crash-test, motori, telai, abitacoli…; persone che amino discutere su dove sta andando questo mercato, ad una prima analisi saturo; se le auto che acquistiamo valgano davvero quel che si fanno pagare, ecc…

Dunque ragazzi: se leggendo queste “poche” righe vi siete in qualche modo rispecchiati, vi va di unirvi al mio progetto? Sarei già stra-felice nel sapere di avere qualche lettore. Non oso pensare quando vedrò il mio primo “webrother” commentare un articolo o fare click su “Mi piace“!

Credo di avervi tediato a sufficienza: descritto mi son descritto; il progetto ve l’ho illustrato. Le uniche cose che mancano sono solo tanti…fratellini e un buon passaparola! Riuscite a procurarmeli? 🙂 Per la casa, invece, offro io!

A presto!

Mikele

P.s. = ovviamente, ogni consiglio, richiesta o idea per sviluppare nuove tematiche è… OBBLIGATORIA! 🙂

P.p.s. = se volete rimanere costantemente aggiornati sui nuovi articoli e sulle ultime “discussioni di famiglia” in generale, vi suggerisco di iscrivervi alla nostra Newsletter o, meglio ancora, al nostro sistema di Feed. Sono completamente gratuiti. Se vi trovate più comodi, diventate nostri amici su Facebook o seguiteci su Twitter : tutti gli estratti degli articoli sono postati istantaneamente anche lì e con un link verrete subito indirizzati al contenuto completo. Facile no? 😉