Facebook Twitter Gplus E-mail RSS
Home Anticipazioni Fiat Ellezzero: ecco il probabile nome della futura MPV italiana

Fiat Ellezzero: ecco il probabile nome della futura MPV italiana

Negli ultimi giorni hanno iniziato a circolare voci sulla futura monovolume medio/piccola Fiat, destinata a sostituire in un colpo solo l’Idea, la Multipa e la Lancia Musa. Le voci riguardano non tanto le sue linee (già da qualche tempo si dice che avrà molti legami con la Fiat 500), ne lo stabilimento in cui verrà prodotta (in Serbia), bensì il suo nome: pare infatti che, con non molta fantasia, la Fiat abbia deciso di chiamarla con la sigla di progetto (L0), trasformandola semplicemente in “Ellezero”. Due sono gli indizi che confermerebbero questa notizia: 1) i domini www.fiatellezero.it e www.fiatellezero.com sono già stati registrati da Fiat nel mese di marzo; 2) in un recente incontro tenutosi a Londra tra la Casa del Lingotto e gli analisti finanziari, all’interno di una slide ufficiale (nell’immagine qui sotto), il nome con cui viene indicata la nascente vettura è proprio questo. L’idea di riproporre il nome 600 non ha trovato l’approvazione fra i vertici del Lingotto: il rischio di generare confusione fra la nuova monovolume e la citycar Fiat 600  uscita da poco di produzione sarebbe molto elevato.

Ma cos’altro si sa su di lei? Innanzitutto sarà una “compatta, spaziosa ed emozionante monovolume” (parole Fiat), disponibile in due versioni a 5 o 7 posti, in maniera tale da coprire sia il segmento delle B-MPV (ossia delle attuali Fiat Idea e Lancia Musa) che quello delle MPV medie (ovvero della Fiat Multipla). Telaio e meccanica saranno quelli della Punto EVO, ma con una particolarità: con molta probabilità le sospensioni posteriori avranno lo schema multilink del Fiat Doblò e della Giulietta al posto del ponte interconnesso. In attesa del debutto nel 2012, non resta che stare pronti con le fotocamere a caccia dei primi prototipi sulle strade!

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
2 Comments  comments